lunedì 30 giugno 2014

"To the moon" - Un piccolo capolavoro

Tra un aggiornamento di un plugin per wordpress e pezzi di html sparsi qua e là, in una caldissima serata di giugno, ho deciso di staccare un po' ed "investire" qualche ora in un gioco (per pc ovviamente). Ne avevo sentito parlare in un video di uno youtuber italiano (MarcusKron) e, complici i saldi estivi di Steam, mi son detto il classico "perchè no?", anche se non è il genere di gioco a cui son abituato, costava solo un paio di euro.
E così mi sono immerso in "To the moon". Si, "immerso", anche se con la diffidenza di chi prova ad entrare in mare ad aprile.


Ma cosa è "To the moon"? Un gioco, più nello specifico un'avventura grafica indie, sviluppata dalla Freebird Games ed uscita nel lontano 2011... ma è anche molto altro. E' uno dei classici esempi in cui la storia, la sceneggiatura, le emozioni vincono sulla grafica, sulle meccaniche e su tutte quelle cose su cui son basati i titoli tripla A degli ultimi tempi. 
Si, infatti la grafica di questo gioco è elementare, pixelosa, e ci riporta quasi ai vecchi titoli di fine anni '80. Insomma è "nulla" se paragonata ai più moderni Battlefield o Call of Duty. Eppure... eppure dopo il primissimo impatto un po' strano ci si renderà conto che questo titolo non può minimamente essere accostato ai più blasonati FPS appena citati. Non ci sarebbe gara. Già, perchè "To the moon" vince a mani basse. Strano vero? Invece, una volta passate le circa 4 ore di gioco, vi renderete conto che è proprio così e lo capirete non con il cervello, ma col cuore. 
In 4 ore questo piccolo grande gioco riuscirà a darvi così tante emozioni che è persino difficile spiegarle ed è, soprattutto, complicato parlare di quanto sia brillante questo indie senza spoilerare nulla.

Sostanzialmente la trama del gioco (riprendendo le parole della stessa casa produttrice) "racconta la storia di due dottori che ripercorrono i ricordi di un uomo che sta morendo per soddisfare il suo ultimo desiderio". E no, non vi dico altro.
Ma attenzione, non è un gioco smielato o patetico. Tutt'altro. Impersonando i due dottori vi troverete immersi in un intreccio di ricordi che vi terrà attaccati al monitor fino alla fine della storia. Si passerà da momenti più ricchi di pathos ad attimi più leggeri che vi strapperanno un sorriso.
Un ruolo, a mio parere, fondamentale lo ricopre la colonna sonora. Le musiche di questa avventura sono semplicemente spettacolari e saranno quel "qualcosa in più" che scardinerà ogni minima diffidenza rimasta a chi, come me, si accosta a "To the moon" da amante di tutt'altro genere di titoli (e vi farà perdonare anche qualche piccola sbavatura grammaticale della versione italiana del gioco).
Non credo ci sia molto altro da dire se non un consiglio: usate 4 ore della vostra vita per vivere quello che non è un semplice gioco... è molto di più.

mercoledì 11 giugno 2014

E3 2014 - Sony Playstation

Arriviamo ora alla conferenza più lenta di tutto l'evento: quella della Sony. L'impostazione vincente data da Microsoft (ossia di basare tutto sui videogiochi e sparare trailer a raffica) qui è solo un miraggio. Mentre per la Xbox non si è parlato di hardware (incluso il Kinect) o altri progetti, qui si è deciso di puntare molto anche sulla spiegazione di argomenti come il Progetto Morpheus (praticamente l'Oculus Rift per console) e si è dato risalto anche al PlayStation Eye. Risultato? Noia. Ma andiamo a vedere come è andata (per grosse linee, altrimenti rischierei di annoiarvi anche io).

Anche Sony lascia l'inizio della conferenza alle immagini: parte una presentazione in grande stile di Destiny uno sparatutto in prima persona futuristico. Dopo alcuni minuti di cinematic arriva il vero e proprio gameplay e bisogna ammettere che non sembra affatto male. 
Sony annuncia la tanto attesa data di uscita del titolo: 9 settembre 2014. Chi è possessore di una PS3 o PS4 però, potrà accedere alla beta del gioco, in anteprima, già dal 17 luglio.
Ma non è tutto. Viene presentata una PlayStation 4 bianca che sarà venduta in bundle con Destiny.

Ambientazione lugubre per il prossimo titolo. Sullo schermo vediamo sangue, oscurità, un lupo mannaro. E' The Order 1886, sparatutto in terza persona che sarà esclusiva PS4.

Dall'oscurità ai colori, è il turno di un indie game dal concept molto accattivante: Entwined. Un gioco basato su "due anime innamorate che non possono stare insieme". E proprio queste due "anime" (simili ad origami) dovranno essere controllate dal giocatore per attraversare una serie di percorsi ad ostacoli (che rappresentano le diverse vite al termine delle quali le due creature potranno finalmente incontrarsi). La cosa particolare è che un solo player dovrà controllare entrambe le parti in causa utilizzando i due stick del pad. Data di rilascio per PS4? Ieri (a circa 10 dollari).

Giunge anche il momento di una DLC standalone per Infamous Second Son: First Light. Sony specifica che non ci sarà bisogno di possedere il primo titolo per giocare First Light, ma in caso lo si possedesse si avrà accesso a contenuti esclusivi.

Si passa alla presentazione di un gioco che sembra molto divertente: Little Big Planet 3. Fondamentale, in questo titolo dallo stile cartoonesco, sarà la cooperazione tra i quattro personaggi fatti di pezza. Ognuno di essi, infatti, avrà un'abilità particolare che aiuterà il resto del team a procedere in questo platform. Dettaglio interessante è che in questo terzo capitolo si potranno utilizzare tutti i livelli creati dalla community (e parliamo di 8,7 milioni di livelli) per i primi due giochi della serie.

Dalla spensieratezza al sangue: BloodBorne. Il gioco, nato dal creatore di Dark Souls, è una sorta di gdr che ci vedrà affrontare mostri dall'aspetto decisamente gotico. Uscirà nel 2015 e sarà un'esclusiva PS4.

Riappare sullo schermo FarCry 4. Stavolta si vede qualcosa di più rispetto alla conferenza Ubisoft. Quello proiettato è un vero e proprio gameplay. Grafica accattivante, tute alari e... la possibilità di giocare in modalità Co-Op con un secondo player.

Ok, il ritmo fino a qui è stato buono, ma da ora in avanti... si rallenta. Si iniziano a tirar fuori le richieste fatte dai giocatori a Sony durante l'ultimo anno per introdurre i vari giochi.

Divertente e quasi grottesco il trailer di Dead Island 2.


Immancabile arriva il teaser di Battlefield Hardline (di cui abbiamo già parlato nel post dedicato alla conferenza EA).

Strappa un sorriso anche il video dedicato al gioco frutto di una collaborazione tra Sony e Paradox: Magicka 2.

Annunciato il ritorno, dopo 15 anni, di un grande classico: Grim Fandango (in versione rimasterizzata).

Tanta, tanta, tanta violenza per il teaser di Let It Die, titolo esclusiva PS4 che uscirà nel 2015. Non si capisce granchè del gioco, sul video si vedono solo dei filmati di attori vestiti da psicopatici sanguinari che si massacrano. Staremo a vedere.

Dal sangue al mare, si arriva ad un titolo la cui uscita è prevista nel 2016: AbZu. Nel trailer si vede un uomo con una muta che nuota negli abissi... null'altro.

Dinosauri, astronavi, boschi e poi spazio aperto e nuovi pianeti... è No Man's Sky: "Un intero universo da scoprire" per questo interessante titolo indie ambientato nel futuro.

Si parla di hardware. E' il momento della PlayStation Camera e del Progetto Morpheus (come dicevo, la risposta Sony all'Oculus Rift), di PSN e del nuovo tasto sulle PS4 per condividere i propri gameplay direttamente su YouTube.

Sony apre anche ai Free To Play e precisa: "Su PlayStation quello che è gratis, è gratis". Ma durante il video di presentazione una scritta con un asterisco attirano la mia attenzione: "certain features available for a fee". Ehm... ok.

Altri discorsi su PlayStationNow (servizio di cloud gaming disponibile, per ora, solo negli USA), PSVita e PlayStationTV (una sorta di mini-console al prezzo di 99 dollari che permetterà di giocare ad alcuni titoli).

Finalmente si torna a parlare di videogames e Sony presenta Mortal Kombat X. Ottima grafica, gameplay interessante, nuovi personaggi.

Ma le botte di Mortal Kombat non risollevano il ritmo della conferenza. Si rallenta di nuovo per parlare dei contenuti video esclusivi per i possessori di PlayStation. Il primo sarà Powers, una serie basata sul fumetto omonimo. Non viene mostrato nulla della serie, solo delle concept arts.

A questo punto arrivano due annunci. Uno atteso dagli amanti di The Last of Us: il gioco sarà portato anche su PS4 (in versione rimasterizzata). L'altro più interessante per i seguaci della saga di Metal Gear Solid: arriva il quinto capitolo e si chiamerà The Phantom Pain.

Siamo prossimi alla fine della conferenza e Sony spara due belle cartucce: Batman - Arkham Knight (di cui viene mostrato un gameplay) ed Uncharted 4 (che uscirà nel 2015).

Si chiude così la conferenza Sony dell'E3 2014. Avete voglia di rivederla? ECCOLA.


E3 2014 - Ubisoft

Una delle conferenze più "frizzanti" (sia per il linguaggio colorito che per la bravura della presentatrice Aisha Tyler) dell'E3 2014 è stata senza dubbio quella di Ubisoft.

Nessuna parola per l'apertura del meeting. La decisione è stata quella di lasciar parlare le immagini. E' così che, nella sala buia, partono sullo schermo quelli che sembrano essere i primi minuti di gioco di FarCry 4 in cui ci viene già presentato il cattivo di questo capitolo. Lo spirito del gioco viene ben espresso da Dan Hay, produttore esecutivo: "Vi daremo un passaporto falso, un po' di soldi ed una pistola. Dopodichè... beh, siete fottuti".

Dall'azione alla danza: Ubisoft presenta Just Dance 2015. La novità principale? Il gioco sarà disponibile anche sottoforma di applicazione per lo smartphone che diventerà un vero e proprio controller. E si, non ci saranno limiti di giocatori che potranno prender parte ad una partita.

Finito lo spazio danzerino parte uno dei trailer più "toccanti" e profondi dell'evento: The Division. Il gioco (che uscirà nel 2015) si ambienta a New York durante il periodo natalizio. Un virus (frutto di una cospirazione) ha mandato la città nel caos e tutto sembra perso. Alcune fazioni cercheranno di trarre profitto dalla situazione spargendo terrore e violenza, ma voi farete parte di una sorta di "resistenza" che avrà il compito di riprendere New York... in poche parole sarete "i buoni". E questo trailer merita decisamente di essere guardato...


Ma è già tempo di un altro gioco: The Crew. Parliamo di corse automobilistiche in stile open world (l'obiettivo principale sarà quello di percorrere gli USA da costa a costa). Nessun gameplay vero e proprio è stato mostrato per questo gioco, ma solo un video che sembra promettere bene. Il gioco uscirà l'11 Novembre.

E dalle strade degli USA di oggi si torna a parlare di Francia e di Rivoluzione, di un titolo già trattato nel post riguardo alla conferenza Xbox: Assassin's Creed Unity. Il gameplay mostrato da Ubisoft sembra molto fluido, più "libero" e più piacevole dei titoli precedenti.

Torna la parentesi "movimento". Stavolta però non si parla di danza, ma bensì di fitness (anche se reso "divertente" e giocoso). Il titolo presentato è Shape Up.

Altro trailer carico di emozioni è stato quello di Valiant Hearts, avventura grafica sulla prima guerra mondiale creata sulla base di vere lettere spedite dai soldati al fronte. Anche qui consiglio vivamente la visione del teaser...


La conferenza si avvia alla sua conclusione. Ubisoft è pronta per "la bomba" finale. Parte un gameplay. Si vedono due squadre che si fronteggiano in una casa: i criminali hanno un ostaggio e le forze speciali cercano di salvarlo. Sale l'hype, su twitter inizia a circolare un nome... si, è quello giusto: Rainbow Six è tornato ed il nuovo capitolo si chiamerà Siege.

Anche in questo caso, se avrete voglia di rivivere la conferenza Ubisoft potrete trovarla QUI.


martedì 10 giugno 2014

E3 2014 - Electronic Arts

La seconda a salire sul palco dell'E3 2014 è stata la Electronic Arts. Famosa per i suoi giochi sportivi, ha riservato anche altre piccole sorprese.

EA parte con un grande classico: Star Wars. Si inizia con una sorta di making of di Star Wars Battlefront (disponibile dalla primavera del 2015) misto a qualche breve sequenza in cui si mostra il motore grafico vero e proprio del gioco.

Poi tocca a Dragon Age - Inquisition. Presentazione suggestiva. Tutto si tinge di rosso e fa il suo ingresso sul palco un violoncello che fa da colonna sonora alle immagini che scorrono sullo schermo.
Come già detto, nel post sulla Xbox, la grafica di questo gioco sembra di altissima qualità, un misto di realismo e stile fumettistico ottimamente bilanciati. Il tutto permeato da quel senso di "fantasy" tipico di molti gdr.
EA mostra anche una sequenza di gameplay vero e proprio del titolo in cui si vedono i protagonisti affrontare un enorme drago.
Viene svelato poi che, oltre alla visuale in terza persona, è possibile un altro approccio alle battaglie: quello tramite una visuale più "tattica", dall'alto, dove potremo scegliere le azioni dei nostri personaggi.
Si chiude con un cinematic che ci mostra i diversi background dei principali personaggi del gioco.

Chiuso il capitolo Dragon Age è il turno di un altro grande classico: Mass Effect. Niente gameplay o trailer, solo alcune immagini di prototipi concettuali e la spiegazione di voler raggiungere un mondo sempre più realistico, in costante mutamento.

Lo studio si tinge di verde, è il momento dei Sims. "Sims più intelligenti. Storie più strane", in questo motto si potrebbe racchiudere il concept dietro a The Sims 4. Ma non è tutto. I creatori aggiungono: "Nei precedenti capitoli controllavate il corpo e la mente dei vostri sims, in The Sims 4 controllerete i loro cuori". Tutto, in questo nuovo capitolo del titolo, sembra puntare sulle interazioni fra i vari abitanti e, per la prima volta, si potranno utilizzare contenuti creati da altri giocatori e messi a disposizione online (si potrà, ad esempio, importare un personaggio creato da altri all'interno del proprio mondo). Uscita del gioco: 2 settembre 2014.

Sullo schermo c'è lui, Bruce Lee. Si, sarà un personaggio nel nuovo UFC. Mostrato un gameplay del nuovo gioco, fantastico livello di dettaglio grafico. Il gioco sarà disponibile già dalla prossima settimana.

E' il turno degli sport. Vengono presentati i nuovi capitoli dei famosi videogiochi. NHL15 (Hockey sul ghiaccio), PGA Tour (Golf), Madden15 (Football Americano).

Breve parentesi MOBA con Dawngate a cui segue una sorta di videodiario, in cui si è parlato del nuovo Mirror's Edge 2, ed è di nuovo tempo di sport. Arriva quello che, probabilmente, è il titolo più famoso di questo settore della EA: Fifa15. Nuova fisica, nuovo sistema di movimento, innovativo sistema "di emozioni" dei giocatori basato sul contesto di gioco, stadi più realistici (compreso il pubblico) sono solo alcuni dei punti di forza del nuovo capitolo.

Chiusa la sezione sportiva si torna alle armi: è già tempo per il nuovo Battlefield Hardline. Niente scenari di guerra, si passa alla lotta tra forze di polizia e criminali, il tutto ambientato in contesti urbani. Da quel che si è visto nel gameplay mostrato alla conferenza sembra un titolo con tutte le carte in regola per piazzarsi ai più alti gradini del genere sparatutto in prima persona.

E proprio col lancio immediato della beta di Battlefield Hardline si chiude la conferenza EA. Ritmo più lento rispetto a Microsoft, ma comunque non male.

Avete voglia di rivederla? ECCOLA.


E3 2014 - Microsoft Xbox

 Si è conclusa da poche ore l'ultima conferenza dei "big" dell'E3, quella di Sony (di cui parleremo in dettaglio in un altro post), ed è tempo di tirare le somme.
Tanta è la carne messa al fuoco, tantissimi i titoli presentati (esclusive e non) e, sicuramente, ai videogiocatori di mezzo mondo sarà venuta l'acquolina in bocca.
La prima conferenza è stata quella Microsoft che ha aperto le danze con tutto quel che girerà attorno alla sua Xbox nei prossimi mesi. Il ritmo scelto dalla casa statunitense è stato forse il più serrato della giornata. Azzeccata la scelta di parlare soltanto di videogames e di presentare tantissimi titoli in quello che è stato un vero e proprio bombardamento di trailer e gameplay (a differenza di Sony, che ha tenuto una conferenza molto più lenta... forse troppo).
Vediamo un po' in dettaglio su cosa ha puntato Microsoft.

Primo titolo ad andare in scena è stato Call of Duty - Advanced Warfare con quelli che sembrano essere i primi minuti del gioco (compreso il gameplay). La grafica è all'altezza delle aspettative, ma riuscirà il nuovo CoD ad uscire dalla scia dei precedenti capitoli accusati, a volte, di essere un po' troppo "ripetitivi"?

Dalle armi alle auto: Microsoft annuncia la disponibilità di un nuovo circuito (scaricabile gratuitamente da ieri) per Forza Motorsport 5, il Nurburgring. Ma non è tutto. Viene presentato anche il nuovo Forza Motorsport - Horizon 2 (esclusiva Xbox in uscita il 30 settembre): grafica migliorata, più auto (inclusa la nuova Lamborghini Huracan), nuovo sistema di controllo del clima, sistema open world. Purtroppo non si è visto nessun gameplay, ma solo un trailer.

Dai creatori di Left 4 Dead: Evolve, uno sparatutto in prima persona con possibilità di Co-Op Multiplayer e scelta delle classi (opzioni tra cui è presente anche la possibilità di giocare come "i cattivi"). Stavolta non si dovranno affrontare orde di zombie, ma mostri di altra natura.

Si passa poi alla Francia rivoluzionaria dove vestiremo i panni degli assassini più famosi al mondo. Si parla di Assassin's Creed Unity (di cui sono stati mostrati gameplay in anteprima mondiale). In questo capitolo della saga ci sono delle novità: il multiplayer (si potrà giocare con altri 3 amici in co-op), un nuovo level design, nuovo sistema di combattimenti ed edifici esplorabili internamente senza scene scriptate. Un titolo che promette bene.

Piccolo spazio concesso al trailer di un gioco che accontenterà, di sicuro, gli amanti dei gdr: Dragon Age - Inquisition. Il gioco sarà disponibile per Xbox (prima delle altre piattaforme) il 7 ottobre di quest'anno.

Niente chiacchiere, si passa subito a Sunset Overdrive: un open world decisamente fuori dal comune dove dovremo combattere dei mutanti (generati da un energy drink contaminato). Niente toni cupi o gotici per questo gioco anzi... tutto è molto colorato e luminoso con un pizzico di "fumettoso". Il gameplay mostrato aveva un non so che di Saints Row. Presente, anche in questo titolo, la possibilità di co-op online. Il gioco uscirà il 28 ottobre e sarà un'esclusiva XboxOne.

C'è spazio anche per i DLC. Presentato un nuovo contenuto per Dead Rising 3 (sempre in esclusiva Xbox).

Si torna ai gdr con un altro titolo che promette molto bene: Fable Legends. Anche qui grafica tra realismo e fumetto con un tocco della più classica ambientazione fantasy. Novità importante per questo gioco: al multiplayer potranno prendere parte i 4 player "buoni" più un quinto che sarà una sorta di evil master ed avrà il comando (dall'alto) dei mostri. La beta del multiplayer sarà disponibile (solo per Xbox) dal prossimo autunno.

Uno dei titoli più "particolari" della conferenza Microsoft è stato, senza dubbio, Project Spark. Da quel che si è visto si tratta di un "creatore di videogames" tramite il quale la community Xbox potrà creare, per l'appunto, ogni sorta di gioco e renderlo usufruibile online in single o multiplayer (ed, ovviamente, in modalità co-op). Spazio alla fantasia!

Bellissima la presentazione e l'ambiente creato anche in sala per un'altra esclusiva Xbox: Ori and the blind forest, un platform indie dalla grafica 2d (molto curata) in stile cartoon.

A questo punto della conferenza... beh è arrivato il titolo che ormai, più di tutti, rappresenta Xbox nell'immaginario collettivo: Halo. Presentata la Master Chief Collection che racchiuderà tutti i capitoli della saga in un unico gioco. All'interno di questo titolo sarà presente anche Halo2, in versione totalmente rimasterizzata in occasione del suo decimo anniversario. Il gioco sarà disponibile a partire dall'11 novembre, solo per XboxOne. Ma non è tutto. Chi avrà acquistato la Master Chief Collection potrà prender parte, da dicembre, alla beta del multiplayer di Halo 5.

Arriva il momento di uno sguardo al futuro dell'Xbox: Inside, gioco dall'atmosfera cupa e profonda. Un titolo decisamente interessante (almeno da quel che si è visto).

E poi... ad un certo punto... un'altra prima mondiale. Un semplice trailer... all'inizio non si capisce granchè, ma poi si vede lei: Lara Croft. Segue una scritta a tutto schermo: "Rise of the Tomb Raider" - Natale 2015.

Segue la presentazione di uno dei titoli più interessanti di questa E3: The Witcher 3 - Wild Hunts. Nel gameplay viene mostrata una delle missioni "secondarie": la cattura di un grifone. Che dire se non "Spettacolo"?

Altra esclusiva Xbox: il remake di Phantom Dust. Pochissime, però, le informazioni date a riguardo.

Viene poi mostrato il gameplay di un altro titolo molto interessante: The Division (uno dei giochi dal trailer più intenso tra quelli mostrati a questa E3, trailer che verrà mandato in onda durante la conferenza Ubisoft).

Siamo vicini alla fine, tocca ad un'altra esclusiva Xbox: Scalebound, spettacolare action game. Il gameplay mostra un guerriero armato di spada ed arco (ma con delle cuffie ultra moderne), capace di proteggersi con una sorta di armatura di scaglie e che combatte contro svariati mostri aiutato da... dei draghi.

Chiude la conferenza un altro open world e sparatutto in terza persona (esclusiva XboxOne): è CrackDown (una sorta di remake del gioco originale).


Vi è venuta voglia di guardare l'intera conferenza Microsoft? Nessun problema, basta andare QUI.
Enjoy.


martedì 3 giugno 2014

WatchMojo e Stereomood, curiosità e musica direttamente dal web

Uno potrebbe farvi conoscere, con i suoi video, piccole (o grandi) curiosità che ignoravate. L'altro potrebbe diventare la colonna sonora di molte ore della vostra giornata.
Chi? Come? Perchè?
Come da titolo, oggi parliamo di WatchMojo e Stereomood.

Il primo (WatchMojo.com) è un portale, presente anche su youtube, dedicato all'intrattenimento che crea brevi video su diversi argomenti. La più famosa serie di video è sicuramente la "Top 10", format in cui verranno trattate curiosità riguardanti film, attualità, tecnologia, cartoni e molto altro.


Ma WatchMojo non è solo questo. Nella sezione "Themes" infatti è possibile trovare tutti i diversi format ed i diversi "stili" su cui sono improntati i video di questo sito:
  • How to
  • Top 10
  • Interviews
  • Biographies
  • Profiles
  • Living Green
  • Origins
  • Versus
  • Entertainment
I temi trattati all'interno dei video sono i più svariati. Si passa, infatti, dalla biografia di Elton John ai 10 scandali più famosi della politica made in USA, fino ad arrivare alle auto "icona" degli ultimi decenni o alle 10 fusioni più disastrose tra grandi società.
Tutti i video sono visualizzabili tramite il sito o sul canale youtube del portale (ovviamente gratis).
Piccola nota: è tutto in lingua inglese.


L'altro portale di cui vi parlo oggi è Stereomood.
Un sito su cui è possibile impostare il vostro "mood" (l'umore) in quel momento per poter usufruire di una playlist completa e personalizzata che vi accompagnerà per diverse ore. Anche qui il servizio di streaming musicale è totalmente gratuito. A differenza di WatchMojo, Steremood non è made in USA, ma nasce in Italia (a Milano per l'esattezza) nell'ormai lontano 2008.
Il motto che accompagna questo progetto racchiude sostanzialmente l'idea dietro il sito: "Music was meant to feel".

Enjoy.


mercoledì 28 maggio 2014

Il futuro dei case per pc? Probabilmente una scrivania

C'è a chi piace tenere in mostra il case del proprio pc. Alcuni li scelgono full tower e li moddano con led et similia. Ma c'è anche chi un po' odia quella "scatola" metallica che occupa solo spazio. Proprio a questi ultimi sembra essere dedicata la soluzione studiata dall'azienda taiwanese Lian-Li: integrare il case nella scrivania.


Nasce così il DK-01X (e suo fratello maggiore DK-02X). Cos'è? Esattamente quel che dicevamo prima: una scrivania che presenta, al proprio interno, tutti gli alloggiamenti necessari per installare i componenti di un pc (2 nel caso del DK-02X).
Il prodotto presenta un design tanto accattivante quanto funzionale. Infatti la struttura è basata su un mix di alluminio, ferro e vetro temperato e presenta molti elementi degni dei migliori case:
  • ripiano apposito per tastiera e mouse;
  • supporti laterali per periferiche audio e videoludiche;
  • possibilità di installare schede madri formato HTMX (oltre alle normali ATX e microATX);
  • 8 alloggiamenti per unità di archiviazione (10 nel modello più grande);
  • possibilità di montare dissipatori per CPU alti fino a 17,5 cm (per intenderci, un Noctua NH-D14 è alto 16 cm);
  • possibilità di montare schede video lunghe fino a 40 cm (ci potrebbe essere qualche problema, quindi, con le Nvidia gtx 780 più grandi);
  • pannello frontale con 4 porte USB 3.0 e connessioni audio;
  • possibilità di installare fino a 7 ventole da 12 cm;
  • supporto per raffreddamento a liquido (con tanto di radiatore fino a 36 cm).

Ma... tutto questo ha un prezzo (parecchio salato direi). Il modello DK-01X può essere vostro per circa 990 dollari, quello più grande vi costerà, invce, quasi 1200 dollari.
Decisamente non alla portata di tutti.